TRATTAMENTO ZEISS

Su ogni lente ZEISS è possibile applicare il TRATTAMENTO ZEISS DURAVISION BLUE PROTECT:
Le nuove lenti bloccanti la LUCE BLU.

In promozione fino al 30 novembre 2017

SINDROME DA VISIONE AL COMPUTER: Domande&Risposte



D: Cosa fare per gli occhi stanchi per il troppo leggere al computer? Alice C., Bologna
R: Questo è davvero un problema comune. Consulta l’oculista o l’optometrista per ottenere una correzione adeguata per la visione del computer che ti aiuterà a mettere a fuoco con maggiore precisione e con meno sforzo. Le lenti potranno anche avere tinte e trattamenti specifici per dare ai tuoi occhi maggior comfort.
Consiglio anche di prendere pause frequenti (ogni 15-30 minuti) in cui si guarda a qualcosa di reale da lontano, come una finestra, per rilassare i muscoli ciliari della messa a fuoco. Ci si dovrebbe anche assicurare che l’illuminazione sia adeguata.

Per saperne di più su sindrome da visione al computer e problemi legati all’uso del computer

D: E ‘necessario per adulti e bambini indossare una protezione speciale per gli occhi quando si lavora al computer? – Lara F. Modena
R: No. Secondo gli esperti, gli attuali schermi da computer non emettono raggi nocivi in quantità sufficiente per causare danni agli occhi.
Naturalmente esistono lenti e trattamenti specifici che incrementano il comfort e la produttività.

D: Di recente sono diventato sempre più sensibile alla luce e, quando leggo, a volte le parole sembrano ingrandirsi e poi rimpicciolirsi. Di tanto in tanto sembra che la visione da lontano rimanga sfocata dopo aver concluso il lavoro al computer. Grazie. – Roberto M. Bologna
R: Le tue difficoltà di messa a fuoco sono molto comuni a coloro che passano un sacco di tempo a fissare uno schermo. La stessa sensibilità alla luce è uno dei sintomi della sindrome da visione al computer.
Ti consiglio di trovare un oculista o optometrista in grado di capire questo fenomeno e possa prescrivere occhiali che ti aiuteranno ad essere più a tuo agio. Mi raccomando di metterti nelle condizioni più favorevoli sulla tua workstation: postura ed illuminazione in primis devono essere adeguate.

D: Il bianco dei miei occhi non è più bianco . Spesso diventano rossi quando lavoro molto (come leggere un libro o utilizzare un computer).
Io ho 39 anni. Sono brasiliano , ma ora rimango in Italia per studiare. Potrebbe essere il cambiamento climatico ad aver causato l’arrossamento dei miei occhi? Devo andare a comprare un collirio? – Paulo S. Roma

R: Il tuo rossore potrebbe essere un segno che si hanno problemi di comfort per la messa a fuoco. Innanzitutto dovresti fare un esame oculistico/optometrico per stabilire se la tua visione per vicino è in stress. Mi sento di escludere il ‘cambiamento climatico’ come causa del rossore.
Non è una buona idea utilizzare colliri ‘sbiancanti’ in maniera continuativa , questo perché si potrebbe sviluppare una ‘assuefazione’ al principio attivo e ciò potrebbe causare ancora più arrossamento.

Nota: Se avete una domanda urgente per la tua salute dei vostri occhi, contattate immediatamente il vostro medico oculista . Questa pagina è stata progettata per fornire informazioni di carattere generale sulla visione , la cura della vista e la correzione della vista . Non è destinata a fornire consigli medici . Se si sospetta di avere un problema di visione o di una condizione che richiede attenzione , consultate uno specialista per un consiglio sul trattamento della propria condizione specifica e per le proprie esigenze specifiche.


Daniele Corsini foto L’autore: Daniele Corsini è ottico-optometrista e collabora da oltre 15 anni con Viggi Ottici occupandosi delle misurazioni della vista, della prescrizione di lenti Zeiss iScription e progressive. E’ inoltre responsabile della parte ‘LOW VISION’ (ipovisione) specializzandosi nell’utilizzo di sistemi ingrandenti elettronici e telescopici per ipovedenti. Dal 2005 al 2010 è inoltre stato responsabile del centro di chirurgia refrattiva (LASER) presso l’Ospedale Privato Accreditato di Villa Laura, a Bologna.

Per saperne di più scrivici: info@viggiottici.com