AUSILI ELETTRONICI PER IPOVEDENTI

televisivo a circuito chiuso (CCTV).

Nella sezione riguardante i principi di ingrandimento, è stata data una panoramica dei sistemi ottici ingrandenti. Questi sistemi consentono ad un certo numero di persone di sfruttare le capacità visive residue; in molti casi però, queste soluzioni vengono abbandonate perché gli ingrandimenti necessari sono troppo elevati, oppure perché le condizioni di impiego sono decisamente faticose. Gli ausili elettronici possono costituire, in questi casi, l’ultima prova che lo specialista può attuare.

Il principio di questi apparecchi è molto semplice: una telecamera riprende il testo da leggere o l’oggetto da osservare, la cui immagine appare sopra uno schermo televisivo. Si tratta di un sistema televisivo a circuito chiuso (CCTV).

Il testo da leggere, il libro o l’oggetto da osservare sono posti sopra ad un piano scorrevole in senso orizzontale e/o verticale situato sotto la telecamera.

Il testo appare sullo schermo ingrandito: generalmente vi è la possibilità di modificare sensibilmente gli ingrandimenti tramite lo zoom della telecamera da 2 a 40X. I caratteri sono neri su sfondo bianco, in altri apparecchi è contemplata la possibilità di vedere una immagine a colori.

In qualsiasi momento è possibile ottimizzare per ogni soggetto luminosità e contrasto; è possibile inoltre ottenere l’effetto ‘lavagna’(scritta bianca su sfondo nero) per i soggetti con estrema facilità di abbagliamento (retinite pigmentosa).

I CCTV sono caratterizzati da una enorme facilità d’uso, assenza di aberrazioni ed una distanza di lettura molto più comoda (e meno precaria) dei sistemi ottici.

Negli ultimi tempi si stanno facendo strada videoingranditori di dimensioni e peso più ridotti.

Non vi è piano scorrevole, per cui la lettura può essere in una fase iniziale più difficoltosa, ma il loro minor ingombro è molto apprezzato dai pazienti.

AUSILI ELETTRONICI PER IPOVEDENTI

Daniele Corsini foto L’autore: Daniele Corsini è ottico-optometrista e collabora da oltre 15 anni con Viggi Ottici occupandosi delle misurazioni della vista, della prescrizione di lenti Zeiss iScription e progressive. E’ inoltre responsabile della parte ‘LOW VISION’ (ipovisione) specializzandosi nell’utilizzo di sistemi ingrandenti elettronici e telescopici per ipovedenti. Dal 2005 al 2010 è inoltre stato responsabile del centro di chirurgia refrattiva (LASER) presso l’Ospedale Privato Accreditato di Villa Laura, a Bologna.
Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

Submit