TRATTAMENTO ZEISS

Su ogni lente ZEISS è possibile applicare il TRATTAMENTO ZEISS DURAVISION BLUE PROTECT:
Le nuove lenti bloccanti la LUCE BLU.

In promozione fino al 30 novembre 2017

AFFATICAMENTO VISIVO? L’AIUTO DEGLI OCCHIALI PER COMPUTER



occhiali per computer1Quando si lavora continuativamente al computer per un certo periodo di tempo, è comune sperimentare l’affaticamento visivo, visione offuscata, occhi rossi e altri sintomi della sindrome da visione al computer.
Se hai meno di 40 anni l’affaticamento della vista durante il lavoro al computer può essere dovuto a una incapacità dei tuoi occhi a rimanere concentrati con precisione sullo schermo, oppure perché vi è una difficoltà a cambiare ripetutamente piano di focalizzazione fra schermo e tastiera. Queste problematiche della messa a fuoco sono abbastanza comuni nella sindrome da visione al computer. Se invece hai più di 40 anni, il problema potrebbe essere dovuto alla comparsa della presbiopia: una normale perdita di capacità di messa a fuoco prossimale dovuta all’età.
Cosa puoi fare? Per cominciare, una visita oculistica/optometrica completa per escludere problemi di visione e aggiornare la prescrizione degli occhiali. Gli studi dimostrano che anche piccole imprecisioni nelle lenti graduate possono contribuire a problemi di visione con i dispositivi digitali. Se invece non ci fosse un bisogno conclamato di occhiali correttivi per assenza di difetti visivi (ipermetropia, miopia, astigmatismo o presbiopia) ma si continuasse a provare fastidio all’occhio durante l’attività al computer, sarebbe bene considerare l’acquisto di occhiali da computer specifici e personalizzati. Questi occhiali ‘speciali’ sono prescritti per ridurre l’affaticamento degli occhi e dare una visione più confortevole. Come? L’utilizzo di trattamenti specifici, nati come evoluzione del pur sempre utile trattamento anti-riflesso (AR), abbinati anche a specifiche tinte e colorazioni che riescano a ‘tagliare’ la luce blu emessa dagli schermi digitali.


Occhiali per computer: quale tipologia e design di lente

Gli schermi dei computer di solito sono posizionati tra i 40 ed i 60 cm dagli occhi dell’utente. Questa è considerata una distanza intermedia (più vicina della distanza di visione per lontano, più lontana della distanza di visione per la lettura).
La maggior parte dei giovani (meno di 40 anni) indossa gli occhiali per correggere la visione a distanza. Gli occhiali da lettura (per chi ha più di 40 anni) sono prescritti per correggere solo la visione da vicino.
Lente DESIGN progressiva tradizionaleGli utilizzatori di lenti progressive (che hanno a disposizione anche una zona della lente per la visione intermedia) spesso non trovano sufficiente confort per l’intermedio del computer, perché non sempre vengono utilizzate lenti progressive ad alto contenuto tecnologico (a tal proposito suggerisco questo articolo sulle lenti Zeiss con Digital inside Tecnology).
Molte persone cercano di compensare la loro visione offuscata piegandosi in avanti, o inclinando la testa per guardare attraverso la parte inferiore dei loro occhiali. Entrambe queste azioni possono produrre male al collo, cervicale, mal di spalle e mal di schiena.
Avere una lente specifica per computer vuole innanzitutto dire avere la giusta ‘gradazione’ per la distanza di visione dello schermo: quindi né la gradazione da lontano, né una ipotetica gradazione per lettura. Se già siete nell’età della presbiopia (più di 40 anni) e state già utilizzando una lente progressiva ad alto contenuto tecnologico, probabilmente state gestendo già abbastanza bene la visione a tutte le distanze. In alternativa si potrebbe pensare ad una lente dinamica (simil-progressiva) dove nella zona di visione ‘posturalmente’ comoda avremo proprio la giusta gradazione per lo schermo e, nella parte più bassa, un lieve incremento della gradazione per ottenere un ‘occhiale da lettura’.
Lente DESIGN OFFICE Queste lenti, prodotte oramai da tante aziende oftalmiche, prendono genericamente il nome di ‘OFFICE’/’OCCUPAZIONALI’. Quindi una lente OFFICE è una lente progressiva semplificata, con zone di visione dedicate alle distanze computer/lettura, con il compito di renderne più comoda la loro individuazione. Una ricerca universitaria dimostra come gli occhiali specificatamente studiati per computer possono aumentare in modo significativo la produttività dei lavoratori.
Va ricordato che questo particolare design di lente (OFFICE) non è idoneo per la guida o per l’utilizzo a permanenza.
Infine, la soluzione più semplificata è quella di adottare una gradazione specifica per la distanza del monitor, con l’utilizzo di una lente monofocale. La visione con lente monofocale riduce il rischio di visione offuscata e di posture innaturali, e può essere utilizzata da giovani e meno giovani che debbano focalizzare alla precisa distanza dello schermo del computer.
Il tuo optometrista o oculista ti può aiutare a decidere quale tipologia/design di lente che meglio soddisfa le tue esigenze per occhiali da computer.


Trattamenti e tinte

Per il massimo comfort di visione , le lenti dei tuoi occhiali da computer dovrebbero includere il trattamento anti -riflesso. Questo trattamento elimina i riflessi di luce (soprattutto artificiale) dalla parte anteriore e posteriore delle lenti che possono causare affaticamento agli occhi.
Alcuni specialisti consigliano l’aggiunta di una tinta leggera alle lenti per ridurre i riflessi causati da dure illuminazioni ambientali e per migliorare il contrasto. Le lenti colorate per computer sono inoltre consigliate per bloccare le onde corte, la luce “blu” emessa dagli schermi dei computer, principale responsabile dell’abbagliamento e affaticamento degli occhi.


Dove acquistare gli occhiali per computer

Resistete alla tentazione di acquistare gli occhiali da lettura premontati per l’utilizzo davanti al computer.
Un’accurata prescrizione degli occhiali è essenziale se si vuole ottenere il massimo beneficio, soprattutto per questa tipologia di occhiali, dove sono in gioco parecchie variabili quali il difetto visivo, la distanza schermo occhio, la tipologia di attività svolta.
Prima di programmare il vostro esame della vista , misurate la distanza che separa i vostri occhi dal monitor nella vostra postazione di lavoro.
Portate questa misura con voi per l’esame in modo che lo specialista la tenga in considerazione quando vi prescrive le lenti da computer.


Daniele Corsini foto L’autore: Daniele Corsini è ottico-optometrista e collabora da oltre 15 anni con Viggi Ottici occupandosi delle misurazioni della vista, della prescrizione di lenti Zeiss iScription e progressive. E’ inoltre responsabile della parte ‘LOW VISION’ (ipovisione) specializzandosi nell’utilizzo di sistemi ingrandenti elettronici e telescopici per ipovedenti. Dal 2005 al 2010 è inoltre stato responsabile del centro di chirurgia refrattiva (LASER) presso l’Ospedale Privato Accreditato di Villa Laura, a Bologna.

Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

Submit